Organized Gang Stalking organizzato - The Watcher
ATTENZIONE!!! Questo documento è la lettera di una presunta vittima di stalking organizzato. Esempi e tattiche di stalking organizzato vengono illustrate. Le lettere e i racconti della vittima sono da vedere come racconti che prendono spunto da cose reali ( lo stalking organizzato è una cosa reale, succede in Europa, Svizzera, Giappone, America e in tutto il cosiddetto mondo libero democratico ) ma che potrebbe trattarsi di una storia vera, come di storie in parte o completamente inventate. Quindi non ne garantisco la veridicità né mi assumo nessuna responsabilità sull’uso che viene fatto di questo materiale.

In questo documento descrivo le persecuzioni e torture – lo stalking organizzato – subite in svizzera da parte del crimine organizzato.

Praticamente vengono programmati, con metodi come la PNL ( programmazione neuro linguistica ) usato per fare stalking organizzato, gesti, suoni, simboli, parole chiave che la vittima associa ad anni di persecuzioni e torture, e che ogni volta che vede o sente prova dolore, come se venisse torturata.

Il principio è sempre lo stesso, usano eventi che occorrono anche normalmente e ne aumentano la frequenza, cercando anche di aumentare e sensibilizzare la vittima a sempre più gesti, oggetti, parole, colori ecc. che la vittima associa ad anni di tortura, terrore, vergogna e altri sentimenti di natura negativa.

Vengo torturato e perseguitato per via del mio orientamento politico e altri motivi con questi sistemi da anni, le ditte e le organizzazioni coinvolte cercano di farlo passare per “mobbing”.

La gente viene motivata con menzogne e pensano magari di fare mobbing ma non sanno a cosa è associato il gesto o la parola che viene detto loro di fare o di dire in presenza della vittima. Per esempio, il gesto di toccarsi le dita vuol dire: siamo tutti uguali, accettaci, non sentirti superiore. E poi mi mandano degli stranieri a farmi stalking organizzato con quel gesto, mentre dicono di fare quel gesto per un altro motivo, e che il mio orientamento politico non centra niente.

Ho informato la polizia federale e cantonale i quali non hanno fatto proprio niente. La risposta della polizia fu, si rivolga ad un medico, nonostante che ci siano prove dappertutto e centinaia di persone coinvolte.

Quindi mi restano due cose da fare – pensate alle persone innocenti che sono finite in manicomio o morte, uccise da questi criminali – o continuo a farmi sabotare e torturare fino all’esaurimento nervoso o la morte, da questa gente, o insisto con la polizia rischiando di venire messo forzatamente in un manicomio.

Il messaggio di questi “stalkers” e di questi criminali in ditta e ovunque, sono, siamo tutti uguali, accetta gli stranieri, non sentirti superiore, sei una nullità eccetera. Oppure, appunto, riempirmi di ( sono svizzero ma non ho i lineamenti da tipico svizzero, potrei sembrare russo, finlandese o altro ) complessi per fiaccare il mio sentimento nazionalistico patriotico e il mio orgoglio razziale. E ogni volta che ho incontrato un conoscente tutto il tempo a usare nelle frasi ( o stalkers in facebook che postano link contenenti queste parole ecc. ) la parola russo, ungherese eccetera come anche altra parole chiave come down, Mendrisio, terapia…

Praticamente impongono le loro idee da comunisti di uguaglianza e non so cosa con la forza, torturando e ammazzando ( la morte arriva sotto forma di malattie se non ci si protegge ) la gente. Siamo a un passo ( America e Europa ) dal diventare una seconda unione sovietica se non molto peggio.

E un altra cosa, non solo i gesti sono associati a eventi e cose, ma anche a persone, praticamente quando uno mi scrive con i puntini o si tocca le dita con il pollice, per esempio, e come se fosse il tamil a farmelo, e come se fosse lui a torturarmi.

stalking organizzato episodio23

Non ho potuto spedire una mail o un messaggio da anni (dal 2008-2009) senza che la persona dall’altra parte mi rispondesse scrivendo con i puntini o mettendo parole chiave nelle frasi. Sembra assurdo ma è proprio quello lo scopo, screditare la vittima e far credere alla gente che soffra di un qualche disturbo mentale. Non ho potuto parlare al telefono con una persona senza che questa iniziasse a tossirmi “in faccia” ( al telefono, il 90% delle telefonate ) o facesse il verso huhum e ok in modo arrogante, oppure, appunto, senza che la conversazione contenesse le parole a cui sono stato sensibilizzato o informazioni riguardanti la mia vita privata ottenute con la sorveglianza illegale.

Contatto umano: Non ho potuto parlare con una persona – non proprio ma comunque la maggior parte dei miei famigliari e conoscenti sono stati reclutati – da anni senza che questa iniziasse a grattarsi il naso, a tossire apposta, a fare click click con la penna, premere molto forte sui tasti della tastiera e altro. Chiaramente agli stalkers in ditta dicono premi forte sui tasti della tastiera che deve imparare a non farlo più cosa che non ho mai fatto. Gli stalkers – o almeno non tutti – in ditta non sanno che ti stanno programmando o sensibilizzando a nuovi gesti, non sanno che vieni seguito anche per strada con gente che fa click click con la penna, pensano di fare “mobbing”. E così per quasi tutte le parti coinvolte. Viene detto loro che lo fanno per altri motivi e sono all’insaputa del disegno completo. Non sono potuto andare a trovare un amico senza che questo iniziasse a sbattere le cose, tossirmi addosso, sbattere le porte e iniziasse a toccarsi tutte le dita con il pollice. Al telefono, per iscritto, contatti umani, mi hanno tagliato tutte le comunicazioni e isolato, ogni volta che esco, vengo torturato, se resto a casa, a casa, ogni volta che telefono a qualcuno o scrivo a qualcuno, vengo “torturato“…

Come detto, poi ti vogliono far passare per un associale mentre ti hanno isolato loro in modo artificiale, così per tutto.

Fanno stalking organizzato e poi ti “puniscono” o continuano a giustificare la tua sorveglianza e tortura per reazioni allo stalking organizzato.

TUTTO CREATO IN MODO ARTIFICIALE!!

Quindi è una cosa che non finisce mai, potranno sempre, in ogni nuova ditta, inventarsi altre cavolate e cambiare su altri gesti.

Oggi mi sono svegliato ancora con rumori di trapano, sono 8 mesi che ogni giorno quelli di sopra mi molestano, e ogni volta che la vittima sente quel suono a cui è stata sensibilizzata, prova dolere, evoca certi stati d’animo.

Nell’esercito, sul posto di lavoro, hanno reclutato quasi tutti i miei amici e parenti e se vado a fare la spesa subisco stalking organizzato dalla commessa.

Praticamente usano – la massoneria – tutte le ditte per terrorizzare, torturare, e assassinare i propri avversari politici e per portare avanti un colpo di stato.

Tutto iniziò alla scuola che ho frequentato e per cui ho lavorato. Quando ancora frequentavo la scuola raccontavo a un mio compagno di classe e “amico” che ero contro l’immigrazione e facevo delle battute razziste.

Non trovai subito un posto di pratico anche perché non avevo pagato del tutto la suola, è normale che prima cerchino un posto per quelli che hanno pagato, anzi, avrebbero dovuto sbattermi fuori finché non pagavo.

La scuola – la scuola è perfetta, non ho niente da dire, ho avuto problemi come dipendente – mi offrì poi la possibilità di fare il pratico da loro. Mi appiopparono PER CASO un tamil (altri fatti non fantasie), anche lui praticante del mio stesso anno, come maestro di tirocinio (totalmente illegale) e capo. Questo ragazzino aveva totale potere su di me e non ha fatto altro che sabotarmi e diffamarmi per due anni di fila e pure durante gli esami pratici.

Dopo circa un anno di sabotaggi, molestie, persecuzioni e discriminazioni, ho reclamato e li ho “minacciati” di fare una denuncia e che li avrei portati in tribunale, e che non volevo più come mio maestro di tirocinio quel ragazzino. Mi fecero firmare sotto minaccia un foglio e io, pensando che non avrei mai trovato un posto dove poter fare gli esami in così poco tempo, firmai e restai.

Il ragazzino continuò ad essere il mio maestro di tirocinio.

Altri fatti, non mi hanno né dato il tempo né la possibilità di usare l’infrastruttura per prepararmi agli esami pratici e quando sono arrivato all’esame finale era già un anno di fila che subivo stalking organizzato ed ero sull’orlo di un esaurimento nervoso.

Durante gli esami, sempre il solito ragazzino, aveva completo accesso alla mia “interfaccia virtuale” e si è chiaramente divertito a sabotarmi – come durante il corso dei due anni di pratico – e domenica sera, il giorno prima degli esami, mi ha fatto stare sveglio fino alle 02:30 (dovevo svegliarmi alle 06:00 per andare fino a Zurigo) del mattino per preparare – era suo il compito di prepararla e non il giorno prima – questa ‘Infrastruttura’ virtuale su ESX per potere fare gli esami. Ho accumulato un bel po’ di prove contro di loro ed è chiaro che con questo stalking organizzato cercano di farmi passare come uno che soffre di manie di persecuzioni, come un paranoico, di farmi perdere di credibilità, perché se dico di venire perseguitato da tutte le ditte e pure per strada e dai miei “amici”, non è neanche vero quello che è successo alla Scuola.

Alla filiale di Berna licenziarono la maggior parte della gente – la gente per bene che sanno benissimo cosa è successo – come l’ex direttore e altri che di sicuro non mentirebbero se interrogati dalla polizia, perché non sono dei criminali. Alla fine, nell’ufficio a Berna rimase solo una delle vecchie segretarie e assunsero una tamil e una turca con il burca come segretarie, che usarono chiaramente per farmi stalking e umiliarmi tutto il tempo.

Hanno voluto insegnarmi tutto e farsi gli affari miei su come la penso nella vita privata: non essere razzista, non essere maschilista e non so che altro, eccetto insegnarmi la professione.

Sul posto di lavoro non hanno di sicuro da insegnarti di accettare i negri o non essere razzista – non sono mai stato razzista sul posto di lavoro, hanno preso l’informazione dalla mia vita privata – ed è per quello che mi sono ribellato. E guarda come è andata a finire.

Praticamente vengo perseguitato per cose che ho detto e che penso nella vita privata ed è solo un esempio.

Vengo “torturato” e molestato da anni perché ho voluto fare valere i miei diritti da praticante e per via del mio orientamento politico – che io non abbia pagato del tutto la scuola, è irrilevante e non giustifica di sicuro un comportamento criminale del genere – mentre alla gente che coinvolgono viene detto tutt’altro.

Che dei cittadini si mettono assieme per molestare, torturare, diffamare o qualsiasi cosa di illegale, un singolo individuo, è una cosa gravissima.

Ho intenzione di denunciare la Svizzera per violazione dei diritti umani a Strasburgo e di fare saltare fuori uno scandalo a livello nazionale e internazionale.

Ci sono diversi modi per informare la popolazione, per esempio, mettere volantini in tutte le buca lettere dalla città o sui parabrezza delle auto posteggiate, internet e altri.

Poi, la cosa più scandalosa e grave è che vengo molestato e subisco stalking organizzato da tutte le ditte e non solo quelle per cui lavoro. Se vado a fare la spesa in un supermercato, per esempio, subisco dai dipendenti che lavorano li. Tutte le volte che passo dalla cassa, il/la cassiera/e si gratta in faccia, clicca molto forte sui tasti, chiude la cassa in maniera grezza e forte, fa i soliti gesti con le mani, tossisce a posta eccetera… Vi rendete conto della gravità di quello che sto dicendo?!? Che i negozi e tutte le ditte vengono usati per torturare e molestare la gente, è veramente da non credere, ma l’ho vissuto di persona.

Esigo di ricevere protezione e che i miei diritti di base vengano rispettati e non bypassati con metodi del genere.

Questo video spiega bene questi nuovi metodi di tortura e persecuzione. Praticamente cercano di “programmare alla vittima malattie psichiche” in modo artificiale.

Domande

  1. Chi ha fornito di informazioni ( i gesti e le cose che mi sono state “programmate” ) da Berna (gli stalkers e le ditte per cui lavoravo) alla gente (stalkers) e alle ditte qua a Locarno?!? Ci deve esser una rete di informazione – la massoneria -, qualcuno ha passato queste informazioni alle varie parti e persone.
  2. Chi fornisce di informazioni d’Intelligence ( cosa faccio nel mio appartamento, le telefonate, la mia posizione ecc. ) questi criminali?!?
  3. Credete di essere al di sopra della legge?

In poche parole, solo perché ho voluto fare valere i miei diritti e non ho accettato le varie discriminazioni ( il loro compito è insegnarmi il mestiere e non di sicuro convincermi a non essere razzista o dirmi come e a cosa pensare ), vengo perseguitato.

Come già detto, con metodi come la PNL usata per fare stalking organizzato, mi hanno programmato – o cercato di programmarmi – gesti, suoni, simboli eccetera, che io associo ad anni di persecuzioni e torture, vergogna, impotenza e altre emozioni negative. E ora usano queste informazioni per torturarmi ovunque vada, per strada, nei centri commerciali e pure a casa mia.

Praticamente vengo perseguitato e torturato in svizzera per via del mio orientamento politico mentre vengono africani, arabi e gente da tutto il mondo per lo stesso motivo a chiedere asilo politico in svizzera. Sembra che in questo paese, i diritti, li abbiano solo stranieri, omosessuali e altre minoranze di cui si servono per creare divisione, odio, malessere e per altri scopi.

Hanno “reclutato” la maggior parte dei miei amici e la mia famiglia, che, all’insaputa del disegno completo, hanno partecipato alla sistematica persecuzione e tortora di un individuo, facendo “stalking organizzato“.

Non posso neanche uscire a bere una birra che come prima cosa vengo seguito e molestato per strada, poi dai camerieri, e di sicuro iniziano a sedersi vicino a me o dove li possa vedere o sentire, degli stalkers. E via, soliti gesti, quelli vicini iniziano a parlare mettendo nei discorsi cose private su di me ottenute con la sorveglianza illegale o usare parole chiave a cui sono stato sensibilizzato.

Stalking organizzato nell’abitazione

stalking organizzato

Sono quasi tre anni che subisco stalking organizzato perfino a casa, nell’appartamento in cui abito. Stessa cosa, generare rumore, suoni particolari, gesti e le solite cose.

Abito da sei mesi nel nuovo appartamento e sono 6 mesi che quello di sopra continua a generare rumore con un trapano, tutti i giorni verso 08:00 e durante il corso della giornata, anche di domenica e sabato, spingendolo contro il pavimento.

Dopo un lungo periodo intenso, dopo avermi “sensibilizzato” al nuovo suono o gesto, gli stalkers possono diminuire la frequenza e limitarsi a farlo anche solo due o tre volte al giorno ottenendo lo stesso effetto e dando molto meno nell’occhio.

Ho reclamato più volte e mi è sempre stato detto che lui o loro, non fanno niente. L’ultima volta, il vicino, quello di sopra, mi ha detto in modo aggressivo che secondo lui, quei suoni che sento, li sento io nella mia testa. L’ho detto più volte alla portinaia – anche lei una “stalker” – la quale ha detto che non ha sentito niente e che devo provarlo.

Sbattere la porta coordinati e ripetutamente, venire davanti alla mia porta o in corridoio ( ma anche sotto casa, sbattere le portiere dell’auto, venire con cani che abbaiano eccetera ) con cani che abbaiano, tossire di proposito eccetera, proprio come nel vecchio appartamento.

Si trovano prove di queste persecuzioni interrogando i miei vicini di casa dal 2008 a adesso.

Esempi di tattiche di stalking organizzato

  • Sbadigliare senza mettere davanti la mano: Una volta dissi a una di questi stalkers che secondo me le donne zucchine (svizzere tedesche) sono grezze e che non mettono neanche la mano davanti alla bocca quando sbadigliano (scherzando e esagerando un po’), da allora mi seguono per strada donne che sbadigliano con la bocca aperta senza mettere davanti la mano. Solo per dire, che per ogni cosa che ho detto o pensato, vengo torturato.
  • Gente in stampelle o sedia a rotelle: Mi inducono fatica cronica e paralisi alle gambe con le microonde, sento le gambe pensati e ho dolori alle giunture, e ogni volta che esco mi seguono con gente con le stampelle o in sedia a rotelle, con degli storpi, mi seguono con il furgone Betax o Easy ab ( servizi per handicappati ) o il simbolo degli handicappati. Come per dire, ti faremo diventare così. Questo è terrorismo puro. Mi seguono o posteggiano sotto casa auto o furgoni con il simbolo degli handicappati. Stalkers in facebook postano articoli o sugli handicappati o che contengono la parola handicappati o il simbolo. Praticamente sono tre anni che cercano di distruggermi fisicamente e mentalmente.
  • Neri con donne svizzere: Sanno che sono razzista e che sono molto preoccupato per via dell’immigrazione e la sopravvivenza della razza bianca e allora mi seguono per strada con coppie miste, donne svizzere o europee con bambini negri eccetera, facendomi stalking e umiliandomi. Fanno semplicemente tutto per umiliarmi, tenermi in uno stato d’odio e spingermi ad atti criminali.
  • Macchine di ditte di imbianchini: Mi seguono con macchine di ditte di imbianchini (il principio è sempre lo stesso, usano eventi che occorrono normalmente e ne aumentano la frequenza) come per dire, ahahhaah ti abbiamo sabotato gli studi, ti abbiamo diffamato a morte e non ti daremo mai un lavoro nel tuo ramo, vai a fare l’imbianchino. Lo so, tutto ciò sembra pazzesco, ma è proprio quello lo scopo principale di questi criminali, e cioè screditarmi, farmi sembrare agli occhi della gente come uno psicopatico, programmarmi malattie psichiche in modo artificiale o farmici sembrare se lo racconto a qualcuno.
  • Tossire apposta: Mi seguono ovunque vado con gente che mi tossisce addosso. O in conversazioni telefoniche. Tossire di proposito è un innesco standard e un mirroring dei sintomi delle armi elettroniche. Quindi il seguirmi con gente che tossisce apposta è una forma di terrorismo del tipo, sappiamo che hai questi sintomi perché te li abbiamo provocati noi.
  • Fare sempre i soliti gesti con le mani: Una volta ho detto che loro, dei colleghi di lavoro, erano poco più di animali in confronto a me (intendevo per come si sono comportati in una determinata situazione) e faccio spesso dei gesti con le mani come per meditare avvicinando le mani davanti al corpo, e ora mi seguono stalkers che fanno sempre i soliti gesti che faccio io in privato, del tipo, siamo uguali a te, accettaci, non sentirti superiore.
  • Mettersi apposto i capelli in modo veloce da attirare l’attenzione: Ogni volta che passo via gli stalkers avvicinano la mano in modo veloce al viso per mettersi apposto i capelli o gli occhiali.
  • Trapano:
    Nel nuovo appartamento mi hanno programmato nuovi suoni che mi producono dolore, da 6 mesi le persone che abitano sopra di me, generano tutti i giorni rumore con un trapano (uno di quelli a batteria spingendolo contro il pavimento), e ogni volta che sento quel suono provo dolore, come se venissi torturato.
  • click click con la penna:
    Per mesi in ditta, ogni mezzora più o meno passava via un dipendente facendo click click con la penna, altro gesto che associo a anni di persecuzione e che mi provoca dolore e richiama certi stati d’animo. Ora come le altre cose, cose che mi sono state programmate in ditta, vengono usate per torturami in pubblico e ovunque vada. Senza esagerare, quasi ad ogni sportello, stazione, posta, alla cassa del supermercato, click click con la penna, premere i tasti mega forte, chiedere la cassa mega forte, grattarsi, fare i soliti gesti con le mani, tossire apposta ecc.
  • Parole chiave e informazioni private:
    Usare in discorsi parole chiavi a cui la vittima è stata sensibilizzata tipo la parola psichiatra, handicappati, Mendrisio, down, russo eccetera o usare informazioni sulla vita privata della vittima, ottenute tramite sorveglianza illegale, in discorsi diretti o di altra gente che parla tra di loro.
  • Cani che abbaiano:
    Un giorno dissi a un mio collega quanto odiassi i bambini che piangono o i cani che abbaiano, da qual giorno, almeno 20 volte al giorno (dopo un periodo intenso, dopo averti sensibilizzato al nuovo suono, possono diminuire la frequenza ottenendo lo stesso risultato) mi vengono con cani che abbaiano o bambini che piangono e fanno casino sotto casa o nel corridoio davanti alla porta del mio appartamento, altri suoni che associo con anni di persecuzioni e che mi provocano ‘dolore’ ogni volta che li sento.
  • Colori simboli oggetti:
    Per mesi mi hanno seguito per strada carovane di auto grige metallizzate e poi vedi che mia sorella (è stata tra i primi ad essere “reclutati” e nonostante le abbia spiegato e dato tutte le informazioni per capire in cosa si era fatta coinvolgere, ha continuato come se niente fosse) mette una foto su facebook con dietro una macchina grigio metallizzata. Ho chiuso tutti i contatti con mia sorella e tutta la mia famiglia, perché coinvolti nello stalking organizzato, non ho più né amici né famiglia e ho rischiato pure di diventare un senzatetto.
  • Terrorismo minacce e intimidazioni:
    Parlavo con mia madre al telefono e mi raccontava di una sua amica in ospedale che aveva forti dolori alle ginocchia, altri stalkers parlavano della stessa cosa o mettevano spesso la parola ginocchio nelle frasi, dopo un po’, ho iniziato ad accusare forti dolori alle ginocchia. Naturalmente mia madre non è al corrente del disegno completo, pensa di farlo per altri motivi. Chiaramente come l’esempio del colpo di tosse o degli storpi in stampelle si tratta di una forma di terrorismo in cui ti vogliono fare sapere che sono loro a provocarti il tutto, te lo annunciano prima che arriva. Stessa cosa con i colpi di tosse, prima hanno iniziato a seguirmi con questi maniaci e poi mi è venuto il fastidio. Altro esempio è il seguente: seguirmi con la scritta Krebs ovunque vada, del tipo, ti facciamo venire il cancro.

Le persone e le organizzazioni che partecipano allo stalking organizzato, più o meno consapevoli, sono colpevoli di associazioni a delinquere, violazione dei diritti umani, terrorismo (fare avere a una persona paura per la propria salute fisica o mentale ecc.), tentato omicidio (spingere una persona alla pazzia, al suicidio o all’omicidio), diffamazione, distruzione della reputazione, tortura, intimidazioni, abuso di poter e molto altro.

Dei criminali che si credono al di sopra della legge e che credono di potere torturare persone innocenti, violare tutti i diritti di base dei cittadini in teoria garantiti dalla costituzione, senza nessuna conseguenza, beh, si sbagliano di grosso e fosse l’ultima cosa che faccio, farò diventare la mia storia di dominio pubblico.

Non so come hanno fatto a reclutare tutta questa gente o cosa viene detto loro per farlo ma di sicuro diffamazioni e menzogne.

Praticamente è la stessa cosa come se 100 cittadini si mettessero d’accordo per diffamare o deporre contro una persona, facendolo finire in prigione o in un manicomio, è esattamente la stessa cosa ed è una cosa gravissima. Come se uno recluta 100 persone per dire che una persona abbia ammazzato qualcuno o altro e quest’ultima finisce in prigione. Questa gente si mette assieme per farmi finire in un manicomio o in prigione, perché la penso diversamente, affermando che io veda cose che non esistono, che io soffra di una qualche forma di psicosi e che vedo gente che mi fa stalking. Non penso che ci sia un crimine più grave in svizzera.

Che un gruppo di cittadini si mettono assieme per torturare, molestare, spingere alla follia e al crimine un singolo individuo o qualsiasi cosa che è illegale, è associazione a delinquere.

La cosa è totalmente uscita fuori di controllo che lo sanno tutti a Locarno – in un modo o nell’altro hanno fatto girare la voce e sono riusciti a reclutare tutti i miei amici e parenti -, una totale umiliazione e diffamazione pubblica.

Coinvolgimento dello Stato nello stalking organizzato

Il coinvolgimento da parte dello stato è evidente, qualcuno fornisce questi criminali con informazioni di Intelligence, cosa faccio nel mio appartamento, le telefonate che faccio, la mia posizione ( non uso il cellulare ) eccetra, quindi, o lo stato è direttamente ( i servizi segreti, la polizia ) coinvolto, o permette a dei privati, dei criminali mafiosi, di agire come spie.

Vignetta sullo stalking organizzato di Eleanor White

Ho avvisato la polizia ( solo per mail e al telefono ) i quali non sembrano volermi aiutare o voler far qualcosa. Ho scritto ai giornali più importanti come, Der Bund, il Tagesanzeiger e altri, i quali mi hanno semplicemente ignorato.

Quando mi sono rivolto alla polizia mi sono state dette cose come: si rivolga ad un medico o non è illegale fare dei gesti. In poche parole o mi lascio torturare fino all’esaurimento nervoso e la morte o finisco – se insisto con la polizia – in un manicomio. O mi lascio sabotare e distruggere la vita da una banda di criminali organizzati senza fare niente o finisco ancora peggio.

Fatemi capire usate le leggi anti-terrorismo per terrorizzare cittadini innocenti?!

La polizia, non che non sia coinvolta nel tutto, ma penso anche che al momento abbiano un po’ le mani legate. Mancano le leggi adatte per proteggere i lavoratori e i cittadini da questo nuovo tipo di crimine organizzato, perciò, quello che dobbiamo fare, è informare la gente il più possibile per poi poter fare un referendum e creare leggi adatte.

Messaggio per la polizia

Se siete veramente interessati a combattere il crimine e a proteggere la popolazione vi dico io come procedere se volete

  1. Chiedere a un esperto se i metodi di tortura descritti nel video esistono o/e se è TECNICAMENTE possibile
  2. Trovare un po’ di testimoni che confessano che è stato detto loro di grattarsi, fare gesti eccetera apposta in presenza della vittima
  3. Risalire alle gente che ha reclutato gli stalkers
  4. Una volta constatato che ciò esiste, punire i coinvolti per associazione a delinquere, abuso di potere, diffamazione, atti persecutori eccetera
  5. Informare la popolazione su questo nuovo tipo di crimine organizzato
  6. Creare leggi adatte

Coinvolgimento dell’esercito nello stalking organizzato

Durante i due scorsi corsi rip ho subito persecuzioni e torture, stessa cosa, sbattere le porte, click click con la penna, tossire e grattarsi apposta, fare gesti, fare pose che la vittima fa in privato o mettere nelle frasi informazioni sulla mia vita privata – non mi da fastidio che la polizia e i servizi segreti mi sorveglino e che sappiano tutto di me, non sono né un criminale né un terrorista, ma che usano queste informazioni per farmi gang stalking, la trovo una cosa al quanto scandalosa. Usare parole chiave come ripetere sempre Mendrisio, psicosi o non so cosa come per dire, ahahhaha, ti faremo finire in manicomio.

Le persone presenti durante la prima settimana dei corsi quadri ( corso rip 2011, Bat fant mont 30 stato maggiore ) devono venire interrogate tutte, solo un esempio, la prima teoria sembrava un concerto di tosse e click click con la penna, non penso che sia normale che su 40 persone una 15ina facciano tutto il tempo e ripetutamente click click con la penna. Le persone presenti, specialmente le persone che hanno avuto direttamente a che fare con me nell’officina dei meccanici e armaioli, vanno interrogate.

Per il semplice fatto che ho chiesto informazioni a un tenente – non a un mio diretto superiore e non ufficialmente – per come denunciare la situazione, il giorno dopo si presentò l’ufficiale medico e disse che voleva parlare con me. Durante il colloquio mi fece stalking organizzato e disse che secondo lui non c’era niente e che magari queste cose le vedevo solo io.

Stalking organizzato vignetta sul coinvolgimento della polizia

Gli chiesi di informare il comandante di compagnia e di incaricare qualcuno per osservare la situazione. Il giorno dopo mi organizzo un appuntamento con uno psichiatra, il quale poi disse che ero in una situazione di alto stress e mi dichiarò momentaneamente non idoneo al servizio. Dopo tre giorni mi mandarono a casa.

Il primo tenente è colpevole di false deposizioni e testimonianze, di abuso di potere, truffa, atti persecutori, associazione a delinquere e diffamazione.

Si sente come mi fanno stalking al telefono da tre anni, di sicuro, una persona sana di mente non può pensare che sia normale che su 100 chiamate ci siano 96 telefonate con gente che tossisce al telefono. Ci sono troppe persone coinvolte e si sente benissimo come subisco stalking al telefono, andate a dire che sono allucinazioni uditive e che ho una psicosi, razza di criminali.

Tutto ciò è possibile perché le nostre istituzioni sono in mano al crimine organizzato internazionale, la messa al bando di massoneria, società segrete e le varie organizzazioni criminali, riprendere il controllo dei media, sono tra i punti più importanti se si vuole fare qualcosa a riguardo.